Branco urbano

Dal blog di un vampiro urbano, l’idea di un branco nella metropoli

uno e tris

Il branco è un concetto interessante. L’oracolo Wiki ne dà questa definizione:

Un branco è un gruppo di mammiferi che si riuniscono spontaneamente e operano in modo omogeneo (per esempio nel corso di spostamenti).

Un tot di soggetti che si trovano insieme per necessità, per un obiettivo comune, o a volte solo per un caso. Uno. Due. Tanti.

Sono stato portato a fare un master per conoscere come sono i veri branchi. Cervi, lupi, cinghiali, marmotte. Laszlo ogni tanto mi porta in giro per i suoi luoghi, e mi insegna a vedere, a conoscere come funzionano queste cose. Mi ha fatto esercitare per riconoscere le tracce di un branco, e abbiamo fatto tanto esercizio su come stanare questo o quell’altro tal branco e soprattutto di chi approfittare per avere la cena migliore, o la più facile, a seconda di quel che richiede la situazione. Le dinamiche in un…

View original post 860 altre parole

Qoèlet

Dal blog del dottor Leucos, citazioni.

The blog of Dr. M. Leucos

Ciò che è stato sarà
e ciò che si è fatto si rifarà;
non c’è niente di nuovo sotto il sole.
C’è forse qualcosa di cui si possa dire:
«Guarda, questa è una novità»?
Proprio questa è già stata nei secoli che ci hanno preceduto.
Non resta più ricordo degli antichi, 
ma neppure di coloro che saranno si conserverà memoria 
presso coloro che verranno in seguito.
Io, Qoèlet, sono stato re d’Israele in Gerusalemme. 
Mi sono proposto di ricercare e investigare con saggezza tutto ciò che si fa sotto il cielo. 
È questa una occupazione penosa che Dio ha imposto agli uomini, perché in essa fatichino. 
Ho visto tutte le cose che si fanno sotto il sole
ed ecco tutto è vanità e un inseguire il vento.

Ciò che è storto non si può raddrizzare
e quel che manca non si può contare.
Pensavo e dicevo…

View original post 76 altre parole

Lupercalia GdN Fanart

Dal gioco di narrazione di Lupercalia, due fanart di Silvia Sabatti. Che sono belle da morire.

Lupercalia - Quattro amici a far casino - pergamena

Quattro Amici a far Casino – Silvia Sabatti

Remo (Oliviero Rutilio) nel periodo durante i ludi gladiatori a Roma insieme alla combattente Tara e al fratello Romolo (Ludovico Trivulzio). Insieme a loro il lanista Irtius Naevius (Ivan Cielogrande).

 

Lupercalia - IsabellaFalcucci - pergamena

Come un papà – Di Silvia Sabatti

Tommaso Falcucci, assistente dell’esorcista Don Michele Troma, insieme alla nipotina del sacerdote, Isabella Troma.

Per saperne di più: Lupercalia GdN

Verrà la morte

Verrà la morte e avrà i tuoi occhi –
questa morte che ci accompagna
dal mattino alla sera, insonne,
sorda, come un vecchio rimorso
o un vizio assurdo. I tuoi occhi
saranno una vana parola,
un grido taciuto, un silenzio.
Così li vedi ogni mattina
quando su te sola ti pieghi
nello specchio. O cara speranza,
quel giorno sapremo anche noi
che sei la vita e sei il nulla

Per tutti la morte ha uno sguardo.
Verrà la morte e avrà i tuoi occhi.
Sarà come smettere un vizio,
come vedere nello specchio
riemergere un viso morto,
come ascoltare un labbro chiuso.
Scenderemo nel gorgo muti.

Cesare Pavese
Verrà la morte e avrà i tuoi occhi

occhilup

Scenderemo nel gorgo muti.
Come ascoltare un labbro chiuso,
Come vedere riemergere nello specchio
un viso morto.
Sarà come smettere un vizio.
Verrà la morte e avrà i tuoi occhi.
Per tutti la morte ha uno sguardo.

Serenata delle Fate

Serenata delle fate
in onor di Lodoletta.
Questa notte per le strade,
tutte bianche dalla luna,
passeranno tante fate.

Piano piano, ad una ad una,
si ritrovan tutte qui.

Se ne accorgon solo i grilli…
Crì… crì… crì…

Si metton tutte in fila,
ti fan la serenata,
o bella sorellina
addormentata !

Le fate
non hanno violini :
suonano gigli
e gelsomini.

Stelle tremate !
Bimbi sognate !
Cantan le fate,
cantan le fate !…

Cassiodoro Trivulzio

Serenata dal libretto di Lodoletta, Dramma Lirico in Tre Atti di Giovacchino Forzano

Ramtha, Pompon e Khaled

Appunti sui personaggi per  Dodecapolis.

RAMTHA

Aita

Ramtha

Personaggio originale del collettivo di Luce Nel Nero.
Caratterizzazione a cura di Scilla Bonfiglioli

Ramtha, come sua sorella Pompon, nasce nella città etrusca di Felsina. Ramtha ha tredici anni quando viene sacrificato al dio degli inferi Aita secondo un rito cerimoniale che lo rende una creatura a metà tra i mondi, un tramite del dio Aita stesso.
Da allora sono trascorsi quasi tremila anni, ma il suo compito è ancora quello di essere la porta tra il mondo dei vivi e quello dei morti.
Esercita il suo controllo su tutta la zona dell’antica Dodecapoli insieme a Pompon. Nelle campagne, di notte, può essere visto nella sua forma di lupo bianco, mentre spinge gli spiriti defunti verso l’oltretomba e cerca sangue caldo per nutrirsi.


POMPON

Pompon

Pompon

Personaggio originale del collettivo di Luce Nel Nero.
Caratterizzazione a cura di Scilla Bonfiglioli e Maria Chiara Tamani

Pompon, come suo fratello Ramtha, nasce nella città etrusca di Felsina.  Come lui, Pompon ha tredici anni quando muore e rinasce come Phersipnai, dea etrusca della primavera e del cambiamento, regina del regno degli inferi.
Da allora sono trascorsi quasi tremila anni, ma il suo compito è ancora quello di essere il confine tra il mondo dei vivi e quello dei morti.
Esercita il suo controllo su tutta la zona dell’antica Dodecapoli insieme a Ramtha. Talvolta prende la forma di un rapace notturno, bianco come la luna, e vola con il suo seguito di lasa, ninfe e spiriti del mondo dei morti.


KHALED IBN AMHED

Khaled

Personaggio originale di Clarisse Poloni.
Per gentile concessione appare su Luce Nel Nero nel biblos 1:      L’Uomo Nero.
Per seguire la storia: biblos 1 – L’Uomo Nero